Biglietti aerei low cost, uno studio rivela quando conviene acquistarli

AeroportoDieci giorni prima della partenza. Secondo uno studio della Keele University condotto da un docente italiano di economia, sarebbe questo il momento ideale per acquistare un biglietto aereo di una compagnia low cost al miglior prezzo. Dieci giorni prima del decollo, non uno di meno né uno di più. Lo studio del professor Claudio Piga, come riportato da La Stampa, verrà presentato alla Royal Economic Society di Manchester e, di fatto, va a sfatare la leggenda secondo la quale un acquisto effettuato con largo anticipo equivale ad un maggio risparmio. Niente di più falso. L’analisi dettagliata del docente va inoltre a “sbugiardare” un’altra grande credenza popolare: ovvero, la prenotazione di biglietti aerei last minute che, se possibile, è addirittura più sconveniente rispetto all’acquisto anticipato.

La dinamica delle tariffe delle compagnie aeree è abbastanza complessa ed è basata principalmente su un andamento cosiddetto a “U”, simile a quello che determina le quotazioni della Borsa. I primi biglietti vengono venduti a costi elevati ma dopo qualche giorno il prezzo scende e resta stabile nel punto più basso (dieci giorni prima della partenza, appunto), salvo poi aumentare nuovamente a ridosso del decollo. In sostanza i prezzi dei biglietti – governati da un sistema di algoritmi – aumentano in base alla domanda; l’obiettivo delle compagnie è infatti di riempire l’aereo e ogni volta che viene acquistato un singolo tagliando la tariffa dei restanti posti disponibili tende ad aumentare. Il rischio di non riuscire a vendere tutti i biglietti è però concreto e la conseguenza è quella di ridurre (momentaneamente) le tariffe. Altri aspetti da non sottovalutare per trovare l’offerta ideale sono inoltre legati ai giorni delle partenze e agli orari; partire a metà settimana è infatti più vantaggioso rispetto al weekend, così come lo è un decollo previsto alle 7.00 di mattina piuttosto che in tarda mattinata.

Andare a caccia dell’offerta più vantaggiosa online è diventato sempre più complicato e forse non sarebbe nemmeno necessario rimanere incollati sullo stesso sito web per giorni, cercando di monitorare costantemente l’andamento dei prezzi. Per evitare di perdere la pazienza e scoraggiarsi inutilmente, tanto vale affidarsi alle ricerche condotte dagli esperti e, ove possibile, prenotare il biglietto dieci giorni prima del volo. Non uno di meno né uno di più.

Gabriele Rossetti

A.A.A. cercasi bassista: l’insolita offerta di lavoro di J-Ax sul web

J-AxNel giorno in cui l’Istat registra un nuovo record di disoccupati in Italia, 3 milioni come mai era accaduto dal 1992, sul web spunta un’offerta di lavoro alquanto insolita. Chi è costantemente impegnato nella ricerca di impiego sa bene che i canali per mettersi in contatto con le aziende sono ormai molteplici. Se le opportunità sono aumentate gran parte del merito lo si deve soprattutto ai social network e proprio dal principale di questi, Facebook, il rapper milanese J-Ax (al secolo Alessandro Aleotti) ha lanciato una proposta allettante che ha mandato in visibilio i fan.

Attraverso la sua pagina ufficiale di Facebook, l’ex leader degli Articolo 31 ha pubblicato un video dal titolo inequivocabile: cercasi  bassista. Ebbene sì, J-Ax e la sua band sfruttano il web per offrire un posto di lavoro e sono alla ricerca di un nuovo componente da unire all’Accademia delle teste dure per gli spettacoli dal vivo.

«Stiamo vivendo un momento molto difficile nel nostro Paese. Vogliamo mettere in atto un piccolo provvedimento per dare lavoro. Non possiamo creare un milione di posti di lavoro, ma ne creiamo uno» dice il cantante nel video, sottolineando serietà e ufficialità dell’iniziativa. Per fare colpo su Ax e la band è necessario caricare un video, una sorta di curriculum virtuale nel quale mostrare tutto il proprio talento alle prese con lo strumento a 4 corde.

L’annuncio ha riscosso grande successo e nel giro di poche ore il post di J-Ax è stato commentato, condiviso e inondato di link dei fan disposti a tutto pur di poter suonare al fianco del rapper che selezionerà i migliori e, attraverso le audizioni, dichiarerà il vincitore. O meglio, l’assunto.

Gabriele Rossetti