“Le Rêve” di Picasso venduto all’asta dopo un restauro provvidenziale

le reveAvere un immenso patrimonio artistico tra le mani e rischiare di rovinarlo per sempre, per colpa di una distrazione, proprio quando si era trovato un compratore disposto a sborsare una cifra esorbitante per averlo. Quanto successo ha dell’incredibile ma, volendo parafrasare il titolo di una commedia shakespeariana, tutto è bene quel che finisce bene. Protagonista della vicenda Steve Wynn, magnate americano titolare di un casinò a Las Vegas e possessore di uno dei quadri più famosi del Novecento: “Le Rêve” di Pablo Picasso.

Ebbene il signore in questione ha rischiato di veder sfumare un’offerta di acquisto da 135 milioni di dollari nel momento in cui ha inavvertitamente danneggiato con una gomitata il capolavoro mentre lo faceva ammirare ad alcuni amici. Un buco nella tela di circa 6 centimetri che avrebbe mandato chiunque nello sconforto più assoluto. Evidentemente non una persona che ha la possibilità di attingere a risorse economiche illimitate e che ha prontamente chiamato i migliori restauratori in circolazione per riparare il danno, causato da un disturbo alla retina che costringe il magnate ad una visione limitata. Costo dell’operazione: 90 mila dollari, ma risultato pressoché perfetto. Come se l’opera d’arte non avesse mai subito alcun danno.

Una volta effettuato il provvidenziale restauro Wynn ha messo nuovamente il quadro sul mercato, aumentandone addirittura la valutazione. Un’inflazione giustificata con il trascorrere del tempo e, soprattutto, per rientrare della spesa effettuata per riparare la tela. L’acquirente, Steven Cohen, un manager americano con un patrimonio stimato di 9 miliardi di dollari, non ha fatto una piega e si è aggiudicato il capolavoro, battuto all’asta di Londra (da Christie’s) per la cifra record di 155 milioni di dollari. La più alta mai pagata per un’opera di Picasso e la seconda più alta mai sborsata per un quadro in generale dopo “I giocatori di carte” di Paul Cezanne, venduto nel 2010 per 260 milioni dollari.

Dipinto ad olio su tela nel 1932, “Le Rêve” appartiene al periodo delle rappresentazioni distorte dell’artista spagnolo ed è un ritratto dell’amante 22enne del pittore, all’epoca cinquantenne.

Gabriele Rossetti

Annunci

One thought on ““Le Rêve” di Picasso venduto all’asta dopo un restauro provvidenziale

  1. Pingback: “Slave Labour”, il murales di Banksy venduto all’asta a Londra | ilnotiziabile

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...