Wurlitzer stacca la spina ai jukebox, fine di un’epoca durata 150 anni

wurlitzerLa crisi economica si manifesta ad ogni latitudine e non risparmia nemmeno aziende che, apparentemente, sembrerebbero essere solide dal punto di vista finanziario. È il caso dello storico marchio Wurlitzer, produttore di strumenti musicali e jukebox i cui modelli hanno segnato un’epoca. Epoca destinata a concludersi definitivamente perché, dopo 150 anni, l’azienda tedesca-americana si è trovata costretta a sacrificare proprio quei modelli che hanno contribuito a renderla famosa in tutto il mondo.

L’azienda fondata nel 1856 da Rudolph Wurlitzer è stata recentemente acquisita dalla Gibson Corporation (sì, proprio quella delle chitarre) che ne ha così evitato il fallimento. Il salvataggio è però costato caro ai jukebox, la cui produzione è cessata per sempre per lasciare spazio a prodotti con maggior mercato (ad esempio i distributori automatici sui quali la nuova proprietà punta molto). La fine di un mito era forse inevitabile e prevedibile, soprattutto in un periodo storico in cui sono le nuove tecnologie ad influenzare ogni settore – in particolare quello della musica – a scapito di apparecchi ormai desueti.

Negli anni ’30 la nascita dei primi jukebox segnò un vero punto di svolta per la fruizione di musica, che divenne accessibile “a tutti” principalmente all’interno dei locali che ne possedevano un esemplare. La riproduzione di vecchi dischi in vinile  in seguito all’introduzione di una moneta spopolò in ogni parte del mondo permettendo ai jukebox di diventare veri e propri oggetti di culto dei quali, d’ora in avanti, non rimarrà che un piacevole ricordo.

Gabriele Rossetti

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...